lunedì 15 gennaio 2018

Ragazzini smanettoni? Ecco il corso che fa per loro: elettronica e automazione, con Fablab Bologna, dal 23 gennaio 2018

Pensate che vostro figlio trascorra troppo tempo davanti al computer?
Passa il pomeriggio stravaccato sul divano a smanettare su dispositivi mobili?
Magari non è solo una perdita di tempo, ma un talento da coltivare!
Provate allora a proporgli un corso PlayMakers per diventare “Maker”, ovvero per giocare e fare nel campo della programmazione.

E’ proprio in partenza nei prossimi giorni a Bologna, alle scuole medie Pepoli (zona Mazzini/Murri), un nuovo corso di “Elettronica e automazione” rivolto a ragazzini che hanno passione e curiosità per il mondo dei computer.

Corso PlayMakers (Foto FabLab Bologna)

Si tratta di un laboratorio, della durata di due mesi, rivolto in particolare a preadolescenti (dai 10 ai 14 anni). Le lezioni si tengono una volta alla settimana (il martedì dalle 14.30 alle 16.30) e ci sono ancora alcuni posti disponibili: il corso parte il 23 gennaio e ci si può iscrivere fino all'ultimo giorno.

Al centro degli incontri ci sarà “Arduino”, una scheda elettronica facile da usare, concepita per scopi didattici e non solo, grazie alla quale si possono inventare oggetti interattivi, con la stessa logica che sta alla base di tanti giocattoli ed elettrodomestici. I ragazzi (e le ragazze!) potranno così comprendere, in modo facile e intuitivo ma soprattutto pratico, gli elementi fondamentali dell’elettronica: impareranno, ad esempio, a scrivere semplici programmi in grado di controllare luci, motori e suoni.

Elettronica e automazione (Foto FabLab Bologna)

PlayMakers è organizzato da FabLab Bologna, una giovane società nata da un’associazione di persone (la comunità “MakeinBo”) con la passione della creatività in campo tecnologico e con notevole esperienza nell’insegnamento ad alunni e studenti di elementari, medie e superiori, in orario scolastico.

I laboratori PlayMakers” in orario pomeridiano sono già attivi da tempo alle Pepoli (in Largo Lercaro 10, nel parco della Lunetta Gamberini) ma sono aperti anche a chi non frequenta la scuola, in un’aula attrezzata con computer e con tutto ciò che serve per smanettare in compagnia di coetanei, seguiti da tutor esperti.


Tutor esperti seguono gli allievi (Foto FabLab Bologna)

Il corso costa 80 euro al mese e il laboratorio di elettronica dura due mesi, per un totale di circa 14 ore di attività. A partire dal primo giorno i partecipanti porteranno a casa il loro “personal Arduino”, ovvero la scheda con cui programmare e inventare oggetti anche da casa: un omaggio offerto da FabLab Bologna.

Ma non finisce qui, perché da marzo partirà un nuovo modulo dedicato alla stampa 3D: un’altra passione dei teenager, che raramente hanno la possibilità di veder nascere le loro creazioni in diretta sotto i propri occhi!

Se vi interessa, affrettatevi ad iscrivervi perché sono rimasti pochi posti: https://www.play-makers.it/iscriviti/
Per informazioni generali: https://www.play-makers.it/laboratori/

Tel. 0514844079 (10.30 - 19:30, chiuso il sabato e la domenica)
eMail: info[at]fablabbologna.org

FabLab Bologna porta i corsi anche nelle scuole!
(Comunicato redatto da BoBiNews per conto di FabLab Bologna Srls)

venerdì 15 dicembre 2017

Mo sorbole! Ecco Bolognando, nuovissimo gioco da tavolo perfetto per "cinni" da 8 anni in su

Se state cercando un'idea regalo, non fatevi sfuggire questa opportunità: è appena uscito Bolognando, un gioco da tavolo concepito e nato sotto le due torri, adatto a bambini e adulti, ma che potrà piacere anche ai nonni!

Ecco la scatola di Bolognando (foto BoBiNews)

Si tratta di una specie di gioco dell'oca tutto ambientato a Bologna, con luoghi della città ed espressioni dialettali: si parte da via San Donato e si arriva fino a piazza Maggiore, passando per le porte storiche lungo i viali. Come soldi ci sono i "bajȗc" e come pedine si può scegliere tra la mortadella, il Nettuno, il tortellino e altro ancora. Ma attenti a non finire alla Dozza! 
E' da due a otto giocatori e indicato dagli 8 anni in su: perfetto per le serate di Natale e per rallegrare le giornate in ogni stagione.
Il newsblog "Bologna per bimbi", che segue il progetto sin dall'inizio, ne ha già preparate due copie sotto l'albero. 

Bolognando sotto l'albero di Bologna per bimbi News!

Insomma, in Bolognando c'è Bologna, ci sono le sue vie, i suoi aneddoti ed i suoi personaggi: è proprio un gioco che omaggia la nostra meravigliosa città

Tutto è nato dall'idea di un gruppo di amici che, per realizzare questo sogno, ha lanciato un "crowdfunding", ovvero una raccolta fondi su internet. La vicenda è stata un po' travagliata per alcuni stop dovuti a motivi tecnici... ma gli ideatori non si sono fatti abbattere dalle difficoltà ed eccolo pronto nel mese di dicembre 2017!

C'è chi ha atteso per mesi l'uscita di Bolognando, contribuendo con donazioni alla realizzazione del gioco, e adesso può ritirare (o ricevere per posta) la propria copia. Ma la buona notizia è che ci sono altre copie a disposizione: le distribuisce l'associazione Succede solo a Bologna, nella sede di via Nazario Sauro 26, in centro. 
Ma attenzione, bisogna fare in fretta, perché la scatola di Bolognando è già diventata una strenna natalizia

Il retro di Bolognando (foto BoBiNews)

Il consiglio è dunque di contattare direttamente gli autori del gioco da tavolo tramite la loro pagina Facebook oppure via e-mail (all'indirizzo prenotazionibolognandoATgmail.com). 
Si può anche telefonare a Succede solo a Bologna: tel. 051226934. Questi gli orari per il ritiro nella sede dell'associazione: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 19, il sabato dalle 10 alle 14. Nell'occasione, potrete anche procurarvi altre fantastiche idee regalo tutte bolognesi, grazie ai gadget realizzati da Succede solo a Bologna per sostenere la propria attività: libri, bigiotteria, vino e altro ancora.

L'autrice di BoBiNews con il ciondolo di Succede solo a Bologna
Per accaparrarsi una delle poche scatole disponibili di Bolognando è necessaria una donazione minima di 30 euro.
E se volete vedere un'anteprima del contenuto, ecco un video realizzato da Bologn.Art

Allora, cosa aspettate? Brisa fer l’esen... andäggna!

mercoledì 13 dicembre 2017

Supereroi acrobatici al Sant'Orsola, per donare gioia e sorrisi ai piccoli pazienti ricoverati

A Bologna stanno per arrivare i supereroi acrobatici
Sabato 16 dicembre, a partire dalle 11, al policlinico Sant'Orsola Malpighi fa tappa il tour organizzato dall'azienda EdiliziAcrobatica per regalare momenti di divertimento e gioia ai piccoli pazienti ricoverati in alcuni degli ospedali più importanti d’Italia. 


I personaggi di Capitan America, Spiderman, Ironman, Hulk e Superman si caleranno dall'alto del padiglione 13 (quello che ospita il pronto soccorso pediatrico) grazie ai "supereroi" di EdiliziAcrobatica, la prima azienda in Italia ad avere reso possibile interventi di ristrutturazione edilizia adottando la tecnica alpinistica della doppia fune di sicurezza.

La giornata dedicata ai piccoli ricoverati in pediatria è resa possibile grazie all’impegno congiunto della direzione ospedaliera, dell’associazione Ageop e dei tecnici acrobatici che, travestiti con i costumi originali dei supereroi tanto amati dai bambini, si caleranno a più riprese dal tetto dell’ospedale e si affacceranno, ove possibile, alle finestre per salutare e incoraggiare i piccoli pazienti e i loro familiari.  


“Lo scopo di questa iniziativa - spiegano Riccardo Iovino e Anna Marras, soci fondatori di EdiliziAcrobatica - è far trascorrere serenamente alcune ore a chi si trova costretto in un letto d’ospedale, in particolare proprio nel periodo delle feste. La gioia che abbiamo visto negli occhi dei bambini e dei loro genitori, che abbiamo incontrato durante le nostre calate, ci ripaga di ogni sforzo: per questo rispondiamo con un sì a chiunque ci chiami per il nostro piccolo spettacolo. Niente è più bello per noi e per i nostri tecnici (che rinunciano a un giorno di riposo) che vedere nascere un sorriso e una speranza sui volti di chi sta lottando, spesso duramente, contro la malattia”.


Perché dove c'è un bambino che lotta, c'è sempre un supereroe! 

(Foto tratte dalla pagina Facebook di EdiliziAcrobatica)

venerdì 1 dicembre 2017

I piccoli giocano e i grandi fanno shopping in centro: servizio gratuito a Palazzo Fava (via Manzoni 2)

Lo shopping è decisamente noioso per i bambini, ma i genitori devono pur farlo, anche per trovare i regali di Natale per i propri figli. Come fare? Ecco un'idea!

Da sabato 2 dicembre a domenica 17 dicembre, tutti i sabati e le domeniche il centro espositivo di Palazzo Fava (in via Manzoni 2, laterale di via Indipendenza) ospiterà laboratori creativi e d’arte, letture animate di libri, gioco libero e attività a tema messicano, dalle 15 alle 19, a partecipazione gratuita e senza prenotazione!

I laboratori, ideati e condotti in collaborazione con i Servizi Educativi di Genus Bononiae, sono pensati per bambini dai 3 ai 10 anni e vengono offerti in occasione della mostra "Mexico – La mostra sospesa – Orozco, Rivera, Siqueiros". Ci sarà anche un angolo morbido per il gioco libero, tanti giochi di società e una selezione bibliografica a cura di Libreria Trame.

L’iniziativa si chiama "Io gioco, tu shopping!" ed è realizzata da Confcommercio Ascom Bologna e Genus Bononiae. Musei nella Città in collaborazione con Federeventi Bologna.


Ecco i dettagli e il programma completo.

Io gioco, tu shopping!
Per bimbi dai 3 ai 10 anni. 
TUTTO GRATUITO E SENZA PRENOTAZIONE!
TUTTI I SABATI E LE DOMENICHE
da sabato 2 dicembre a domenica 17 dicembre, dalle 15 alle 19, a Palazzo  Fava - Palazzo delle Esposizioni, Via Manzoni, 2 - Bologna.
Per accedere presentarsi direttamente al desk d’accoglienza.
Turni di max 30 bambini alla volta.
INFO: federeventi@ascom.bo.it

Calendario

2 DICEMBRE 
IL CACTUS DI NATALE 
Creiamo un piccolo cactus di stoffa e lo addobbiamo come fosse un albero di Natale

3 DICEMBRE 
IL PRESEPE MESSICANO
Ispirati dai personaggi tradizionali messicani costruiamo un piccolo presepe da mettere sotto l'albero di Natale

8 DICEMBRE  
CITTA’ DEL MESSICO
In un piccolo foglio riproduciamo, con rettangoli e quadrati di tutte le dimensioni e colori, una tipica città messicana

9 DICEMBRE  
GHIRLANDA MESSICANA
Per abbellire l’albero di Natale intrecciamo ghirlande messicane con pon-pon e fili colorati 

10 DICEMBRE 
SASSI O PIANTE GRASSE? 
Realizziamo un centro tavola natalizio con un vaso e dei sassi che trasformeremo in cactus 

16 DICEMBRE  
DECORAZIONI IN “LATTA” 
Tante vaschette di alluminio diventeranno sagome coloratissime ispirate alla tecnica di decorazione utilizzata per creare le tipiche latte messicane. 

17 DICEMBRE 
LA STRENNA
Ricopriamo delle grandi scatole dove mettere i regali di Natale con delle fantasie di stoffe,
carte ed altri materiali, riproducendo i tipici pattern messicani



martedì 28 novembre 2017

Quando il freddo si fa duro... i duri cominciano a pattinare! Ecco le piste sul ghiaccio nei dintorni di Bologna

Siamo ormai in pieno clima pre-natalizio anche dal punto di vista meteorologico: il freddo, insomma, si fa sentire. Ma è il momento giusto per pattinare sul ghiaccio, e le occasioni nei dintorni di Bologna non mancano.

Nello scorso weekend ha aperto la pista al Centro Commerciale Meridiana di Casalecchio di Reno, che quest'anno si presenta in modo tradizionale, ovvero senza il tetto che invece aveva caratterizzato l'edizione 2016. 

La pista della Meridiana a Casalecchio (foto BoBiNews)

Gli orari di apertura della pista della Meridiana (foto BoBiNews)
E per i più piccoli in Meridiana c'è sempre la giostrina! (Foto BoBiNews)

Sempre a Casalecchio è già attiva da fine ottobre la pista allo Shopville Gran Reno, che è di dimensioni più ridotte e molto adatta anche ai bambini piccoli nonché ai principianti.


La pista allo Shopville di Casalecchio (foto BoBiNews)
Gli orari della pista allo Shopville Gran Reno (foto BoBiNews)

Anche a San Lazzaro di Savena è già operante la pista in piazza Bracci nell'ambito del villaggio di Natale Iglù: qui potete trovare tutte le informazioni relative agli orari.

La pista di San Lazzaro (foto dalla pagina Facebook del Comune)

Infine, a Rastignano è sempre aperto il Palaghiaccio: in questa pagina informazioni su prezzi e orari.

Il Palaghiaccio di Rastignano (foto tratta dal sito www.palaghiacciobologna.it)

E ricordate che quasi sempre si può concordare con i gestori degli impianti una bella festa di compleanno per bambini!

venerdì 10 novembre 2017

Una visita "rivoluzionaria" per famiglie, alla scoperta di Duchamp, Magritte, Dalì e altri artisti del '900

La Gioconda "scarabocchiata" con i baffi, un castello su un enorme sasso sospeso, un divano rosso a forma di bocca... I bambini resteranno a bocca aperta nel vedere queste opere rivoluzionarie di Duchamp, Magritte e Dalì, assieme a tanti altri capolavori di artisti dei movimenti Dada e Surrealista, in mostra a Palazzo Albergati (via Saragozza 28, Bologna). 

La mostra di Palazzo Albergati (foto BoBiNews)
Ma che cosa significano? Perché dipingono così? E c'è un filo che lega questi "Rivoluzionari del '900"? 
A queste ed altre domande risponderà Laura Pellegriniguida turistica specializzata in visite guidate "family friendly" a mostre e musei, che ha organizzato una speciale visita guidata per famiglie con bambini.
+++ AGGIORNAMENTO +++
L'iniziativa è in programma nella giornata di domenica 10 dicembre 2017, con tre turni: l'inizio è alle ore 11,20, 15,20 o 17.
+++ NUOVA DATA +++
Viste le richieste, è stata inserita una nuova data (l'ultima per questa mostra!): le visite family friendly sono in programma sabato 27 gennaio 2018 con la possibilità di scegliere fra tre turni, ovvero con inizio alle ore 15, 16.40 o 18.40.
PRENOTAZIONI ENTRO MERCOLEDI' 10 GENNAIO!

I posti sono limitati e per questo è indispensabile prenotare: per informazioni, e anche per conoscere i costi, occorre rivolgersi direttamente alla guida Laura (tel. 328.7652394).
La visita è adatta a bambini dai 4 anni in su; è richiesta la presenza di almeno un adulto accompagnatore per l’intera durata (circa un paio d'ore).

"Il castello dei Pirenei" di R. Magritte (foto BoBiNews)

Le opere degli artisti che hanno rivoluzionato l'arte del Novecento sono ideali per avvicinare i piccoli al magico mondo delle mostre e dell'arte in generale. Tra l'altro, alcune delle tecniche usate sono tra le preferite dai bambini: non solo pittura e disegno, ma anche collage, assemblaggi, "pasticci" vari... E Laura condurrà le famiglie con leggerezza, ma anche con accurata competenza, in questo "viaggio contro la corrente, contro le regole piovute dal cielo, contro il tempo stabilito". 

"Viso di Mae West come appartamento" di S. Dalì (foto BoBiNews)

Per conoscere tutte le visite a mostre e musei (ma anche in luoghi naturalistici) organizzate da Laura Pellegrini, a Bologna e in altre città, questa è la sua pagina Facebook:

La guida "family friendly" Laura Pellegrini

Per avere maggiori informazioni in generale sulla mostra "I Rivoluzionari del '900", potete leggere questo post del newsblog "Bologna per bimbi".

lunedì 16 ottobre 2017

Capolavori surrealisti e "dada" che piaceranno anche ai bambini: nuova mostra a Palazzo Albergati

Un viaggio tra i sogni degli artisti che hanno rivoluzionato l'arte nel secolo scorso: "Duchamp, Magritte, Dalì. I rivoluzionari del '900" è la strepitosa mostra aperta a Palazzo Albergati (via Saragozza 28), dal 16 ottobre 2017 fino all'11 febbraio 2018, con opere e allestimenti che potranno affascinare e divertire anche i bambini
Indichiamo subito qualche particolare da non perdere per chi visiterà la mostra in famiglia.


All'ingresso c'è un'area pensata per foto-ricordo: potrete scegliere, ad esempio, di immortalarvi con la bombetta simbolo di Magritte, con i baffi di Dalì o la pipa di Duchamp, ma tutto in formato maxi.


Al piano terra, c'è una sala che riproduce un quadro-simbolo del Surrealismo: "Viso di Mae West come appartamento" di Salvador Dalì. L'installazione comprende un celebre divano rosso a forma di bocca, una sorta di camino a forma di naso e due quadri come occhi. Qui armatevi di pazienza, perché è una delle poche stanze in cui si potranno fare fotografie, e l'attesa potrà essere lunga (ma ne vale la pena perché ci si potrà proprio "ritrarre" all'interno dell'allestimento).


Al piano superiore, invece, c'è una sorta di sedile circolare che in realtà è un gigantesco caleidoscopio, e i visitatori potranno azionarlo; è l'unico momento interattivo della mostra, quindi approfittatene!


Per quanto riguarda le opere, ce ne sono quasi 200, tutte provenienti dall'Israel Museum di Gerusalemme: oltre a quelle firmate da Marcel Duchamp, René Magritte e Salvador Dalì, i tre "giganti" citati nel titolo, si possono ammirare dipinti, statue e installazioni di Max Ernst, Yves Tanguy, Man Ray, Alexander Calder, Pablo Picasso, Joan Mirò, Jean Arp e anche un olio di Giorgio Morandi, per citare solo alcuni degli artisti rappresentati in questa ampia carrellata su Surrealismo e Dadaismo, movimenti nati tra il 1916 e il 1924.


La mostra è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 20
Il biglietto intero costa 14 euro; per i ragazzi da 11 a 18 anni ridotto a 12 euro; i bambini da 4 a 11 anni pagano 6 euro; ingresso omaggio per bambini fino a 4 anni.
Tutti i visitatori paganti avranno a disposizione l'audioguida, compresa nel biglietto d'ingresso; per i bambini dai 6 ai 12 anni è a disposizione un percorso speciale, che si concentra su 15 opere: in questo caso l'audio è appositamente studiato per stimolare la fantasia e avvicinare i più piccoli all'arte, al Surrealismo in particolare. 
Se possibile, cercate comunque di prenotare una visita guidata "family friendly" (non appena saranno in calendario, troverete tutti i dettagli qui sul newsblog e sulla pagina Facebook di "Bologna per bimbi - News").

Questa mostra, prodotta e organizzata dal gruppo Arthemisia, è poi particolarmente adatta per le scuole: gli organizzatori propongono visite di 60 minuti per bambini della scuola dell'infanzia e primaria, con la possibilità di seguire anche un laboratorio; per gli studenti delle medie e delle superiori è invece disponibile una visita di circa 75 minuti. Per informazioni: didattica@arthemisia.it

Tutte le informazioni utili sono sul sito di Palazzo Albergati.